Skip to main content

L’oro fa parte della cosiddetta categoria dei metalli nobili, particolarmente apprezzato per la sua lucentezza.
In riferimento a quest’ultima caratteristica, va sottolineato che per risultare tale, è sottoposto ad un trattamento di pulizia adeguato.


E’ molto importante prendere degli accorgimenti perché si potrebbe graffiare e danneggiare, si consiglia infatti di effettuare una pulizia periodica e di non fare passare troppo tempo senza un accurata pulizia che consente all’oro di non ossidarsi.


Con il tempo però i gioielli e gli oggetti d’oro, nonostante sia un metallo nobile e inossidabile, e considerando che gli oggetti preziosi non vengono realizzati in oro puro, tendono a scurirsi e opacizzarsi, perdendo la loro lucentezza e appaiono spenti a causa del continuo contatto con l’aria, l’ossigeno e l’umidità.


Ci sono altre abitudini che determinano l’ossidazione dell’oro in particolare per quanto riguarda i gioielli in oro indossati abitualmente, come ad esempio l’uso di: creme, profumi, e detergenti aggressivi.
Per pulire i gioielli d’oro è possibile utilizzare una vasta gamma di prodotti, che vanno dai rimedi fai da te con materie prime naturali facilmente reperibili fino ad optare per prodotti industriali presenti sul mercato.


Per la pulizia molti esperti orafi preferiscono adottare rimedi per lo più naturali.
Spesso basta utilizzare un panno per lucidare l’oro, ma se questo non bastasse a ridare nuova vita ai vecchi gioielli è possibile seguire altri metodi.
Tra i tanti quello maggiormente diffuso e più antico consiste nell’ immergere l’oggetto d’oro in un tegame di rame con all’interno acqua e del detersivo in polvere, adagiandolo su un fornello a gas in attesa dell’ebollizione.


Quando ciò avviene, si preleva l’oro dal liquido e lo si strofina con uno spazzolino a setole morbide per rimuovere definitivamente tutti i residui, asciugando poi con un panno.
Un alto rimedio naturale è l’uso del bicarbonato, con la stessa procedura precedente.
Un altro modo è con il dentifricio, consiste nel mescolare acqua e dentifricio fino a creare una crema fluida, strofinare con uno spazzolino setole morbide e infine sciacquare con acqua tiepida.
In alternativa i metodi industriali per pulire i gioielli prevedono l’utilizzo di un detergente per l’oro.
Per la pulizia dell’oro devi sapere che sul mercato tradizionale e sugli store online ci sono alcuni ottimi detergenti in grado di svolgere un’azione sgrassante e di ridare al metallo prezioso la naturale lucentezza che lo contraddistingue.


In genere la procedura prevede l’applicazione del prodotto su un panno di cotone con cui si strofina tutta la superficie.
Successivamente a seconda del prodotto è consigliato pulire l’oggetto d’oro con del detersivo di uso comune e poi asciugarlo con un panno di daino.
Alcuni kit industriali prevedono tra l’altro dei liquidi detergenti e un panno di daino

Leave a Reply

Chiama Ora!
Share